Come guadagnare 1000 Euro al mese (o più) con gli Info Prodotti

Di on 30 marzo 2015
1000-thumb

Questa è la Parte 2 di una serie di articoli in 3-parti su come creare un Internet Business basato sugli Info Prodotti.

Nei miei studi di Internet Marketing, mi son sentito ripetere tante volte…

“Il denaro è nella lista”

E da tutte le parti leggevo:

Quanto fai internet marketing devi focalizzarti su una cosa sola: costruire la lista. Il denaro arriva dopo.

Non ci credevo

Fra l’altro io sono Ingegnere. Non riesco fare a meno di fare i conti dietro le cose.

Quando mi si dice: “Il denaro è nella lista”. Io penso subito “ok. Ma QUANTO denaro?”.

Gli faccio le pulci.

Comincio a chiedermi:

“Ho X contatti…Quanto mi rendono?”

E anche:

“Quanti contatti devo avere per guadagnare Y?”

Andando avanti in questa ricerca, un’altra statistica in cui mi sono imbattuto è:

Una lista rende $1 a contatto, al mese.

Hmm…interessante…

Ma dovunque guardassi, non riuscivo ancora a connettere i puntini.

Cercavo di capire come fare a far rendere una lista $1 a contatto al mese.

Pian piano mi son messo a costruire la mia prima lista.

Avevo 100 contatti. Ma non guadagnavo $100 / mese.

Avevo 1000 contatti. E magari avevo fatto qualche campagna, con cui ero riuscito a produrre dei guadagni. Ma guadagnavo comunque meno di $1000 / mese.

Da dove veniva fuori quella statistica? Come facevano gli altri marketer a guadagnare $1 a contatto al mese?

Mi sono messo a studiare le “offerte” più da vicino

Ad un certo punto, navigando ad esempio sui marketplace di JVZoo, e ClickBank, che sono dei network affiliati dove sono presenti molte offerte che si possono promuovere attraverso il meccanismo dell’affiliazione, ho scoperto una cosa…

Marketplace

A forza di promuovere prodotti, e fare lanci, ho scoperto che il parametro che più conta per valutare la “potenzialità” di un prodotto che si promuove è l’Earning Per Click (EPC).

Vediamo cos’è l’EPC

Supponiamo di avere un’offerta, un prodotto che viene venduto online. Magari tramite un funnel.

Supponiamo che questa offerta abbia una Landing Page, che è l’ingresso del funnel.

Quando si desidera promuovere questa offerta, si mandano dei visitatori, normalmente chiamati “click”, alla Landing Page dell’offerta.

La Landing Page può essere una pagina di cattura dell’email (una Squeeze Page), oppure semplicemente una pagina di vendita (Sales Page), a seconda di come è strutturato il funnel.

Bene, l’EPC è misurato come la quantità di denaro che l’offerta fa guadagnare per ogni click che si invia alla sua Landing Page.

Per cui, se un’offerta, a seguito di 1000 click (1000 visite) inviate sulla sua Landing Page, produce, mediamente, €1500 di guadagno, allora abbiamo, per quell’offerta:

EPC = €1500 / 1000 click = 1.5€ / click

Perché tutto questo tecnicismo?

Eh…l’avevo detto che sono Ingegnere, e non riesco a fare a meno di fare le pulci ai numeri 🙂

bike

Il punto è che l’EPC è un parametro fondamentale per valutare quando converte bene un’offerta.

A parità di visite (click) inviate sulla Landing Page, un’ offerta con EPC maggiore, produce guadagni maggiori.

Quindi, se stai andando in giro per JVZoo alla ricerca di offerte da promuovere, un buon parametro da guardare di ogni offerta è proprio l’EPC.

jvzoo

Una regola del pollice è che EPC pari a 1 € / click o superiori sono buoni. 2 € / click sono ottimi. Se andiamo troppo sotto ad 1€ / click cominciano a essere un po’ scarsini.

Ora, se hai una lista di email, di cui conosci le prestazioni, una volta noto l’EPC di un’offerta, sei in grado di calcolare quanto ci guadagnerai a promuoverla.

Facciamo Un Esempio

Usiamo numeri rotondi, per rendere semplici i calcoli.

Supponiamo di avere un’offerta con EPC = 1 € / click. E supponiamo di avere una lista di 1000 contatti.

Supponiamo anche di avere un Open Rate della lista del 30% e un Click Through Rate del 9%.

Questo significa semplicemente che se mandiamo un email alla nostra lista, solo il 30% delle persone, in media, lo apriranno, ovvero 300 persone.

E che solo il 9% delle persone faranno click sul link contenuto nell’email che hai inviato. Dunque, mandando un email produci 90 click.

Supponiamo, in 1 settimana, di promuovere la nostra offerta con EPC = 1 € / click, inviando 3 email in sequenza.

Per cui, con le 3 email, si generano un totale di 3 x 90 click = 270 click. Ovvero 270 visita sulla Landing Page dell’offerta.

E dunque, siccome l’offerta ha EPC = 1 € / click, si produce (mediamente) un guadagno di €270, avendo inviato 3 email.

Bello no?

Ora, siccome siamo rimasti molto contenti della nostra campagna…supponiamo, la settimana successiva, di voler ripetere la cosa. Anzi, visto che magari ci hai proprio preso gusto, supponiamo che tu la voglia ripetere ogni settimana!

girl

Magari qualche volta puoi promuovere un tuo prodotto. Altre volte puoi promuovere un info prodotto da JVZoo, altre volte da ClickBank, altre volte da JV Partner indipendenti. E così via.

Fra l’altro, promuovere un Info Prodotto tuo è la cosa che ha più margine, in termini di EPC (e dunque di guadagni). Ti consiglio assolutamente, di puntare ad avere il tuo Info Prodotto.

Se ti stai chiedendo come fare a creare e a vendere un tuo Info Prodotto attraverso una campagna di email marketing, nel mio training La Macchina Degli Info Prodotti, ti mostro esattamente come fare.

Dunque…ogni settimana, farai una campagna da 3 email, promuovendo una diversa offerta da EPC = 1 € / click, e quindi produrrai un guadagno di €270.

Alla fine del mese avrai fatto 4 di queste campagne, per un totale di 4 x €270 = €1080.

Ovvero oltre 1€ a contatto al mese.

Ecco dunque svelato l’arcano

Ecco quali sono i numeri in gioco dietro l’affermazione:

Una lista rende $1 a contatto, al mese.

rain

Chiaramente, essendo un esempio, tutto questo deve servire solo come linea guida. Non come un modello da seguire alla lettera.

Magari stai pensando che non hai voglia fare una campagna alla settimana, perché i contatti sulla tua lista si sentirebbero bombardati di offerte.

Magari preferisci fare un’offerta ogni 2 settimane. Oppure una volta al mese.

E quindi, coi numeri che abbiamo visto, se farai una campagna ogni 2 settimane, allora forse una lista da 1000 contatti ti renderà €500 / mese, invece che €1000.

O magari sarai particolarmente bravo e sceglierai offerte che abbiano EPC di 2 € / click invece che 1 € / click. E in questo caso, anche con 2 campagne al mese, la tua lista di 1000 contatti produrrà un fatturato di €1000 / mese.

Quello che voglio dire è che questi numeri vanno adattati da caso a caso con un po’ di elasticità, in base a quelle che sono le tue esigenze ed il tuo modo di fare marketing.

Ma sono comunque utili per capire quali sono i numeri in gioco che regolano un Internet Business basato sull’email marketing.

E se ti stai chiedendo come mettere in pratica tutto questo, come creare una Lista di 1000 contatti e oltre, come creare il tuo Info Prodotto e come venderlo su Internet…lo spiego in dettaglio nel mio corso La Macchina Degli Info Prodotti.

Clicca qui per La Macchina Degli Info Prodotti

Chi è Marco Scabia

Marco Scabia è il fondatore di Internet Business Academy. Autore di oltre 100 campagne pubblicitarie di successo sul web, ha avuto vari clienti di prestigio, fra cui Google, Disney, Mercedes, Adobe, e Nokia. Esperto di Internet Marketing, ha creato numerosi business online in campo internazionale.

7 Comments

  1. Pingback: Come ho guadagnato €14274 in 3 giorni con gli Info Prodotti

  2. Marzio

    1 aprile 2015 at 13:59

    Ciao Marco, ho una domanda per te visto che ti piace parlare di numeri. Come si ricavano praticamente questi numeri? Con Google Analytics? Tipo il costo di acqusizione di un’email di un contatto me la calcola direttamente adwords, poi tu da li come calcoli quanto ti costa generare una vendita? Qui proprio mi perdo.

    • Marco Scabia

      2 aprile 2015 at 17:16

      Ciao Marzio.

      Il costo di acquisizione normalmente lo ricavi sapendo quanto hai speso in traffico (ad es. al giorno), e quanti lead hai raccolto quel giorno. (dividendo l’uno per l’altro).

      Se ad es. usi Facebook ads, puoi impostare gli ads in maniera tale che FB ti mostri il costo per lead.

      • Marzio

        2 aprile 2015 at 19:50

        Ciao Marco, forse mi sono spiegato male.

        Il costo per lead non è un problema, come dici bene tu basta impostare il codice di tracciamento di adwords o facebook sulla thank you page dopo l’optin e viene calcolato automaticamente.

        Il mio problema è capire da li come calcolare il costo per generare una vendita.

        Metti che un lead mi costa 1€, io non riesco a capire come calcolare quanti lead mi servono per generare una vendita.

        Tu come fai in questo senso?

        Grazie

        • Giuseppe

          12 gennaio 2016 at 23:05

          Esempio pratico:
          ti arrivano 100 lead
          effettui 4 vendite

          100/4 = 25 lead/vendita

          quindi *in media* ci vogliono 25 lead per una vendita;

          se un lead lo paghi 1€
          il costo del traffico per una vendita è
          25 * 1€ = 25€

          Se questo è il suo primo acquisto, questo dato (25€)
          è il costo di acquisizione cliente,
          ed è uno scoglio durissimo da superare,
          più per motivi psicologici che monetari.
          Questo è anche un buon indicatore della difficoltà
          di entrata in una nicchia.

  3. Khadi

    2 aprile 2015 at 16:59

    Sinceramente non penso sia possibile inviare tre mail “commerciali” a settimana ad una lista. Prima di tutto 3 mail a settimana a mio avviso sono troppe, seconda cosa penso che su 3 mail due si devono utilizzare per “dare valore” e una per offerte commerciali. Certo, siamo d’accordo che nel “dare valore” si può comunque proporre il link affiliato per esempio in un post o in un report gratuito, ma a quel punto la percentuale di click sul link affiliato si abbassa notevolmente… Quindi secondo me in questi dati mancano alcuni passaggi fondamentali che invece un webmarketer dovrebbe aver presente sin dall’inizio per non bruciare la lista.
    Immagino ce ne parlerai nel prossimo post : )

    • Marco Scabia

      2 aprile 2015 at 17:13

      Ciao Khadi,

      ho parlato proprio di questo nella parte finale dell’articolo. Non so se era chiaro.

      Il punto è che ogni marketer usa una frequenza di pubblicazione diversa, con cui si sente a suo agio.
      Tanti marketer che conosco mandano 1 email al giorno. C’è chi preferisce mandarne 1 alla settimana. Chi 2 al mese, e così via.

      Ad es. il famoso Ryan Deiss (Digital Marketer) sostiene che si debba mandare almeno 5 email a settimana.

      In ogni caso, con questi conteggi che ho descritto riesci, in maniera approssimativa, a stimare quelli che possono essere i guadagni che una lista produce, in base alla frequenza di pubblicazione che preferisci usare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *